Crea sito

AVANTI A LUI

LI INVIO’ A DUE A DUE AVANTI A SE’

Oggi ci aspetta un compito importante; ne saremo mai all’altezza? Gesù che, come intitola un suo simpatico libro Don Tonino Lasconi, è un “grande rompi” ci chiama e dopo averci fatti suoi discepoli ci invia a predicare e testimoniare il Regno di Dio. Come un genitore i cui figli sono ormai maturi, non ci accompagna più ma è talmente fiducioso nelle nostre potenzialità che ci invia davanti a lui.

«li inviò a due a due avanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi».

Guardate che responsabilità: andare dai nostri fratelli prima di Lui. Cosa vuol dire? Significa che chi ci incontra deve vedere e conoscere Gesù!! Dal nostro operato, dalle nostre parole, dall’amore che riusciremo a dimostrare dipenderà il passaggio di Gesù nella casa di questi nostri fratelli che noi per primo visiteremo nel nome di Cristo.
Beh! Per oggi mi pare un compito più che sufficiente per tutti noi!!!

A proposito di Tonino Lasconi e del suo “grande rompi”, se vuoi fare una lettura “leggera” ma coinvolgente per scoprire come era il carattere di Gesù, come reagiva alle situazioni, come trattava le persone, come si comportava con gli amici, con le autorità; ti consiglio questo libro:

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 10,1-9.

In quel tempo,  il Signore designò altri settantadue discepoli e li inviò a due a due avanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: «La messe è molta, ma gli operai sono pochi. Pregate dunque il padrone della messe perché mandi operai per la sua messe.
Andate: ecco io vi mando come agnelli in mezzo a lupi;
non portate borsa, né bisaccia, né sandali e non salutate nessuno lungo la strada.
In qualunque casa entriate, prima dite: Pace a questa casa.
Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi.
Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché l’operaio è degno della sua mercede. Non passate di casa in casa.
Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà messo dinanzi,
curate i malati che vi si trovano, e dite loro: Si è avvicinato a voi il regno di Dio».