Crea sito

IL SIGNIFICATO DEL TAU

di:

ARTICOLI

Qual è il significato di questo segno a forma di croce, spesso usato fra i credenti e nelle famiglie francescane?

“TAU” è il nome dell’ultima lettera dell’alfabeto ebraico che nella pronuncia moderna corrisponde alla “T”. Nel tempo, ha cambiato la sua grafia, ma originariamente nel “proto-sinaitico” e nel “paleo-ebraico” aveva una forma simile alla croce, come del resto è l’attuale “T” del nostro alfabeto.

La lettera “TAU” appare nell’Antico Testamento e precisamente nel libro di Ezechiele dove assume il significato di salvezza:

La gloria del Dio di Israele, dal cherubino sul quale si posava si alzò verso la soglia del tempio e chiamò l’uomo vestito di lino che aveva al fianco la borsa da scriba. Il Signore gli disse: «Passa in mezzo alla città, in mezzo a Gerusalemme e segna un tau sulla fronte degli uomini che sospirano e piangono per tutti gli abomini che vi si compiono (cfr Ezechiele 9,1-4).

Inoltre, essendo l’ultima lettera dell’alfabeto ebraico, ha assunto lo stesso significato che nell’alfabeto greco aveva la lettera “OMEGA” e cioè quello di rappresentare il compimento del progetto divino

Io sono l’Alfa e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, il principio e la fine. (Ap 22,13)

Poi nel tempo è stato “fatto proprio” da San Francesco di Assisi, come ci raccontano le fonti dell’epoca

«Nutriva grande venerazione e affetto per il segno del TAU; lo raccomandava spesso nel parlare e lo scriveva di propria mano sotto le lettere che inviava.» (Fonti Francescane 1079)

Alcuni hanno anche notato come la stessa tunica di San Francesco può in qualche modo richiamare la forma del “TAU”.

Girando per il web mi sono reso conto che ci sono tante proposte di TAU che possono essere interessanti sia per un uso personale, sia per realizzare bomboniere in occasione di eventi particolari o per ricordini di campi vocazionali, campi scuola o incontri parrocchiali.

Una idea classica è quella della “collanina” e questi che ho trovato vengono forniti senza il classico laccetto e quindi possono essere personalizzati:

Se vuoi dare un tocco di allegria, quanto ti serve un oggetto da usare come ricordo per un’attività pastorale con i giovani, ad esempio, potrebbero essere indicati questi simpatici TAU colorati.

Oppure, sicuramente molto utile, è la versione a “portachiavi“, sempre con TAU in legno.

Oppure, visto che ora vanno molto di moda, si può regalare questa versione con magnete. Una calamita da posizionare sul frigorifero. Potrebbe essere un invito a ricordare quotidianamente la nostra scelta di fede.

Infine, non poteva mancare la versione braccialetto con cordino colorato annodato per essere utilizzato come rosario da portare al polso

Un articolo completo ed esaustivo sulla storia del “TAU” lo si può trovare nel sito: https://www.vocazionefrancescana.org/2019/04/il-significato-del-tau.html oppure su: http://www.sanfrancesco.com/san-francesco-assisi.asp?group=19&post=112

I Commenti sono chiusi.