Crea sito

QUANDO MANCA UN CENTESIMO

di:

COMMENTI AL VANGELOLUCA

Breve commento al brano evangelico che ci parla delle parabole della pecora smarrita e della dramma perduta (Lc 15,1-10)

Totò diceva «è la somma che fa il totale».
10 – 1 = 9
100 – 1 = 99
Beh… in questo caso è una sottrazione.
Perché il Vangelo non ci racconta di una donna che aveva, ad esempio, 8 monete o di un pastore che aveva 134 pecore?
Perché invece viene detto che le monete sono 10 e le pecore 100?
Secondo me l’attenzione va posta su quell’unità e sul totale “tondo”.
Se manca una sola moneta o una sola pecora abbiamo un totale che è quasi un numero tondo ma non ancora.
Pensiamo ai prezzi scontati nei negozi: mai nessuno si sognerebbe scrivere che quei jeans costano 30 euro, ma sicuramente il cartellino riporterà 29.
I jeans costano 30 euro ma non proprio 30.
Ho confuso abbastanza?
Come per i jeans, così anche per le pecore e le monete evangeliche.
Ne manca una e quell’unità mancante è poco, sì, ma impedisce al totale di essere “completo”, di essere 10 o 100.
Da qui si vede l’importanza di un numero piccolo, come l’uno, e la necessità che questo unico pezzo mancante venga attenzionato dagli altri 9 o 99 perché senza di lui non saranno mai completi.

Vangelo secondo Luca 15,1-10.

In quel tempo, si avvicinavano a Gesù tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano: «Costui riceve i peccatori e mangia con loro».
Allora egli disse loro questa parabola:
«Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova?
Ritrovatala, se la mette in spalla tutto contento,
va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora che era perduta.
Così, vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione.
O quale donna, se ha dieci dramme e ne perde una, non accende la lucerna e spazza la casa e cerca attentamente finché non la ritrova?
E dopo averla trovata, chiama le amiche e le vicine, dicendo: Rallegratevi con me, perché ho ritrovato la dramma che avevo perduta.
Così, vi dico, c’è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte».

I Commenti sono chiusi.