Crea sito

SE DIO CI VIENE COPERTO

Entro in una chiesa, mi avvicino al tabernacolo e lo trovo circondato da tante belle piante, fra le quali un’enorme e bellissima stella di natale che, nel massimo del suo rigoglioso fiorire, attrae la mia attenzione e ammirazione.

Poi mi inginocchio e la vista del Santissimo mi viene completamente impedita da quelle foglie verde intenso e rosso fuoco; non faccio in tempo a raccogliermi che Dio già inizia a parlarmi (avrà capito che ero di passaggio e tanti altri impegni di vita quotidiana mi stavano attendendo) e mi dice:

Hai visto? Sei entrato in chiesa e non hai prestato attenzione al fatto che una pianta, pur nella sua grande bellezza, ti stava coprendo la vista del tuo Dio; non ti sei accorto che in realtà quello che appariva così bello e colorato, in realtà si stava frapponendo tra te e Me. Poi però, quando ti sei messo in ginocchio qualcosa è cambiato e hai capito che quella bella stella di natale, posta in quel punto, nascondeva quasi completamente il tabernacolo.

Ho alzato lo sguardo è ho detto a Dio «Hai ragione! – come se ce ne fosse bisogno – nella nostra vita accade proprio questo “fenomeno”: tante cose, spesso ci nascondono il tuo vero volto e di questo noi non ce ne rendiamo conto perché convinti che tutto vada bene così, certi che quella che si presenta al nostro sguardo sia l’unica vista possibile. Ma poi se ci mettiamo in ginocchio ci accorgiamo che qualcosa non va, ci rendiamo conto che stiamo correndo il rischio di perderti di vista.»

Mi sono alzato e sono uscito dalla chiesa con questa convinzione: dobbiamo “metterci in ginocchio”, lasciarci invadere dallo Spirito, cambiare punto di vista, perché solo così potremmo provare a vedere il vero volto di Dio, quel volto che lentamente rischia di essere coperto o velato da false credenze, vecchie tradizioni, (da qualche manto?) da rappresentazioni inadeguate, dalla paura di cambiare e di provare a “rileggere” il nostro rapporto con il Creatore.

Se vuoi incamminarti in questa strada di “riscoperta” di Dio ti consiglio, fra i tanti, questi bei libri: